• Anibio

"Il mio cane non mangia" cosa c'è da sapere?

Aggiornamento: 26 mar 2019


Una scarsa appetibilità può dipendere, come è ovvio, da svariate ragioni: alcune di elementare comprensione altre più complesse.

L'anzianità ed il caldo periodo estivo, ad esempio...


Vi sono poi altre situazioni che possono determinare una inappetenza temporanea: un lungo viaggio; lo stress per un cambio abitativo; un nuovo arrivo in famiglia che disturba l'equilibrio del nostro animale; il periodo post-vaccinazione, ecc.


appetibilizzante-naturale-cani

Ancora, una "stanca alimentare": il desiderio, cioè, di variare un poco l'alimentazione.

In tutti questi casi (o similari) il prodotto Anibio Appetibilizzante naturale svolge davvero una ottima ed efficace funzione di stimolo naturale ( contiene:

fegato di pollo, farina di miglio, frutta di finocchio, cubetti di carota, prezzemolo, semi di psillio, foglie di levistico,buccia di rosa canina, semi di cardo mariano ) al recupero del desiderio di cibo.




Sull'argomento ci sembra utile aggiungere questo:



- Di fronte a problematiche importanti, invece, il rifiuto del cibo cela comunque qualcosa che non va; in primis, ovviamente, va considerata la qualità di crocchette, umido o alimentazione casalinga con cui nutriamo il nostro animale.

- Se abbiamo il sospetto che vi sia qualcosa di preoccupante in questo rifiuto della ciotola rispettiamo il digiuno del nostro animale che forse sente il bisogno fisico di eliminare le tossine accumulate.

- Davvero inutile dire come in questi casi una visita presso il veterinario di fiducia sia raccomandata: l'inappetenza (soprattutto se accompagnata da fenomeni quale vomito o diarrea) può celare problemi al pancreas, al fegato, alle vie respiratorie, può essere conseguenza di una cistite e parecchio altro ancora.